Crociere Settimanali

 

Desideri una vacanza che ti offra tante emozioni e scenari nuovi ogni giorno?

Le nostre crociere settimanali sono così

 

 

Appena arrivati in porto iniziano le emozioni: la prima? Conoscere la barca scelta e che fino a quel momento si è vista solo in foto. 

Sarà ovviamente subito il momento di caricare i bagagli e la spesa alimentare che poi andrà sistemata nei frigoriferi e nella cambusa, un ottimo modo per prendere subito dimestichezza con la barca.

In funzione dell'orario d'arrivo, della navigazione e del meteo è possibile mollare l'ormeggio subito o la mattina seguente per non trovarsi a fare la prima navigazione di notte.

Come prima tappa solitamente proponiamo una breve navigazione per consentire agli ospiti di ambientarsi a bordo e di programmare, insieme allo Skipper se presente (su alcune barche è obbligatorio), le successive tappe della crociera in base ai desideri e all’esperienza dei passeggeri. Si stabilirà quindi se navigare tanto o poco, se trascorrere le notti prevalentemente in rada o in banchina nei porti, se cucinare sempre a bordo o provare la cucina dei ristoranti locali. Lo skipper parlerà dei luoghi più belli da visitare a terra e lungo le coste, suggerirà specialità enogastronomiche, darà indicazioni su come trascorrere piacevoli serate o su dove e come praticare attività sportive.

La giornata tipo cambia leggermente a seconda di dove si è scelto di trascorrere la notte. Se ci si trova ormeggiati in banchina l’orario di sveglia deve essere piuttosto comodo anche perché la sera prima si saranno fatte le ore piccole. Sarà piacevole sbarcare per una breve passeggiata, una golosa colazione in pasticceria e per un po’ di spesa alimentare. Poi si parte verso qualche meravigliosa insenatura dove fare il primo bagno della giornata in acque cristalline. Si prende il sole, si ozia cullati dal leggero rollio della barca, si esplora la costa con il tender alla scoperta di incantevoli grotte e di isolate spiaggette. Un pranzo leggero, per poter essere sempre pronti a tuffarsi, poi si decide se rimanere sul posto, spostarsi in un’altra caletta o effettuare una breve navigazione per provare l’emozione di veleggiare nel silenzio spinti da una piacevole brezza e magari filare una traina; pescare una bella preda non è improbabile. Si può puntare verso una nuova meta o rimanere nelle vicinanze per altri tuffi e per godere a pieno le lunghe giornate di sole. Se si decide di dormire in rada, trovata la sistemazione ottimale, tutti in acqua ancora una volta prima di dedicarsi ad un emozionante aperitivo al tramonto circondati da scenari sempre nuovi ed emozionanti.

Con il calare del sole la preparazione della cena diventa sempre una festa che culmina nell'assaggio dei cibi preparati con la collaborazione di tutti. Si cena sempre in allegria a bordo perché anche un gesto consueto come un pasto, consumato in barca diventa nuovo ed originale. L’ambiente, le grida dei gabbiani, le stelle, le luci della terra ferma e delle altre barche all'ancora insieme ad una musica soffusa contribuiscono a "condire" ogni pietanza con emozioni indimenticabili.

Quando il sonno vince sulla voglia di parlare e godersi il panorama le cabine accolgono con il loro confortevole abbraccio. Spesso qualcuno preferisce rimanere a dormire nell'ampio pozzetto per godere dell'emozione di dormire all'aperto ed attendere l'alba al riparo del confortevole "tendalino".

Al risveglio solitamente sembra di trovarsi in un posto nuovo rispetto alla sera perché è diversa la luce e quindi il colore dell’acqua che, immobile e trasparente diventa incredibilmente invitante. In pochi resistono alla tentazione di un tuffo appena svegli. Il profumo del caffè poi è il vero segnale dell’inizio di una nuova giornata. Si fanno programmi, si scambiano commenti e si riparte per altre avventure. La vita di rada ha un grande fascino ma quello che veramente lega le persone a un’isola è il porto. Il porto è la vita, la gente, la storia, le tradizioni e anche il trampolino per nuovi ed ulteriori divertimenti. Scendere ha il sapore di una conquista che si concretizza camminando nei vicoli dei paesi, percependo suoni e odori, focalizzando dettagli apparentemente insignificanti, visitando musei o siti archeologici. Anche fare la spesa, che a casa nostra è un rituale fastidioso, assume per chi fa una vacanza in barca un aspetto diverso. La ricerca delle tipicità, del vino locale e della frutta del posto. Ci si sente un po’ ospiti e un po’ conquistatori ed è piacevole assaporare una granita particolare, bere un aperitivo al bar tra una folla di turisti pensando che "noi però qua ci siamo arrivati in barca".

La notte anche a terra è ricca di emozioni, alcune piacevoli ma scontate come una cena al ristorante o un drink in un locale, altre più particolari come il trekking sotto le stelle, una camminata verso un rilievo dal quale si vede la barca lontana e caratterizzata dalle sue luci, un escursione organizzata, un barbecue sulla spiaggia. Non dimentichiamo che andare ogni tanto in banchina è anche una necessità, non solo per la spesa alimentare ma anche per rifornire di acqua e gasolio i serbatoi della barca e per smaltire i rifiuti.

Una settimana in barca passa presto ma sembra un periodo lunghissimo. Si sbarca carichi di emozioni che durano e generano una grande voglia di ripartire.  

 

IN SINTESI

 

Imbarco e Sbarco: località da definire in relazione all’area di navigazione prescelta;

Orari: imbarco il sabato dalle ore 17.00, sbarco il sabato entro le ore 9.00

Barca:  vedi nostra flotta

Prezzo: vedi listino della singola barca

La quota non comprende: cibo e bevande, spese portuali, gasolio per motore e generatore, carburante per motore tender.

Dieci rotte per altrettanti stili di crociera...

Quale sarà il tuo?

© 2017 Yachting Experience srl - P.I. 04689480657                                                                                                                               Powered by  

www.yachting-experience.com - info@yachting-experience.com

Marchio Gorga&Gorga